Legittima difesa, Di Maio attacca Salvini: “No alle armi facili…”

Dopo l’approvazione della legittima difesa, il vicepremier e capo politico del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio parte all’attacco. E, in un post su Facebook, precisa: no a un Paese in cui è più facile acquistare armi.

Mettiamo un attimo i puntini sulle ‘i’: io un Paese con la libera circolazione delle armi non lo voglio. Non lo vuole il Movimento 5 Stelle e sono sicuro non lo vogliano nemmeno gli italiani”. Così Di Maio su Facebok. “C’è una proposta di legge firmata da 70 deputati in Parlamento che punta a facilitare l’acquisto di armi per la difesa personale. Nessun eletto del Movimento la voterà. Nessuno! Anche perché più sicurezza non vuol dire certo più armi in strada, al contrario – aggiunge – Andiamo avanti col contratto di governo, rispettando la volontà dei cittadini”.

Se mai un giorno avrò la fortuna di avere un figlio, voglio che vada a scuola sereno e tranquillo, che da adolescente passi il tempo a studiare e a viversi la vita, non che trovi il modo di comprarsi facilmente una pistola – aggiunge Di Maio -. Abbiamo fin troppi problemi da risolvere in questo Paese, non aggiungiamone altri. Pensiamo alle imprese e a creare nuovi posti di lavoro, piuttosto. L’Italia ha bisogno di questo, di più opportunità per i giovani, di più facilitazioni per chi vuole fare figli, di più sostegno alle famiglie, non di più armi”.

Photo credits: Twitter

Loading...