Parigi, Champs Elysées devastati dai gilet gialli. Macron: “Non si ripeterà”

Violenti disordini da parte dei gilet gialli a Parigi, sabato 16 marzo. Un’inversione di tendenza netta dopo settimane di calma e di manifestazioni con poche centinaia di persone. “Non si tratta né di manifestanti né di casseur, questi sono solo assassini” è il commento del ministro dell’Interno Castaner. Un palazzo è stato incendiato. Le fiamme si sono estese durante i disordini sugli Champs-Elysees dopo che qualcuno aveva appiccato un incendio all’agenzia di una banca.

Undici persone sono rimaste ferite, in modo non grave. Una donna con il bambino, rimasti intrappolati al secondo piano, sono stati salvati in extremis dai pompieri.

“Bisogna prendere delle decisioni chiare affinché tutto questo non si ripeta – ha detto il presidente francese Emmanuel Macron – perché quel che è avvenuto sugli Champs Elysées non si chiama manifestazione. Tutti coloro che erano là sono complici di quanto è accaduto”.

Intanto Donald Trump torna a provocare Macron sull’accordo contro il cambiamento climatico e le proteste dei gilet gialli: “L’accordo di Parigi sull’ambiente come sta funzionando per la Francia? Dopo 18 settimane di disordini da parte dei gilet gialli, immagino non cosi’ bene! nello stesso tempo gli Usa sono andati in cima a tutte le liste sull’ambiente”, ha twittato.

Altri incendi sono stati appiccati nella zona degli Champs-Elysees, molti gilet gialli hanno vagato per la città, altri sono rimasti nella zona dell’Arco di Trionfo nonostante la pioggia di gas lacrimogeni di cui la polizia ha fatto uso per tenere a bada i casseur. Le persone fermate sono 82, secondo quanto reso noto dalla polizia. Saccheggiato anche un negozio di Bulgari.

Una nuova scena di estrema violenza, ripresa durante gli scontri a Parigi, circola su Internet: tre automobili con agenti di polizia che si spostavano per un’emergenza sono state bersaglio di bastonate da parte di manifestanti in margine alla protesta dei gilet gialli. Armati anche di cartelli stradali divelti, gli assalitori hanno costretto le auto – che non avevano insegne della polizia all’esterno – a indietreggiare e darsi poi alla fuga.

Non si tratta né di manifestanti né di casseur, questi sono solo assassini“: questo il commento del ministro dell’Interno all’incendio di un palazzo, partito dalle fiamme appiccate durante i disordini sugli Champs-Elysees all’agenzia di una banca. 

Photo credits: Twitter

Loading...