Apple, per cosa sta la “i” di iPhone?

Tutti, o molti di noi, utilizzano i vari iPhone, iMac, iPad, iPod, iTunes, ma voi sapete per cosa sta la ‘i’ che precede i nomi dei dispositivi Apple? Ecco svelato il suo significato…

iPhone, iMac, iPad, iPod, iTunes: cosa unisce tutti questi dispositivi Apple? Esatto, la “i” all’inizio del nome! Ma sapete il motivo di questa scelta? L’origine – riporta Mashable – risale al lontano 1998, quando in un evento Apple, Steve Jobs, introducendo l’iMac, spiegò il collegamento tra la “i” e il “mac”: “iMac nasce dal matrimonio tra l’eccitazione per internet e la semplicità del Macintosh. Stiamo facendo questo per andare incontro alla funzione principale richiesta dagli utenti ad un computer, cioè raggiungere internet semplicemente e in modo veloce”.

Nel 1998, quindi, la “i” dell'”iMac” stava per “internet”, ma Steve Jobs fece seguire a questo annuncio una slide che spiegava più nello specifico il significato della “i” per Apple, cioè “internet, individuale, istruire, informare, ispirare”. Da quel momento, il significato della “i” si è sempre più allontanato dal concetto di “internet”. Con ogni probabilità, infatti, Apple non aveva in mente internet quando lanciò l’iPod.

Quando poi, nel 2007, fu annunciato l’iPhone, uno dei tre ingredienti chiave fu la comunicazione su internet, che riportò il significato di “i” al concetto originale (gli altri due ingredienti principali erano la musica e le chiamate telefoniche). Da quel momento, quasi tutti i dispositivi Apple successivi hanno avuto qualche forma di connettività ad internet al loro interno, ma la “i” ha perso via via il suo significato originale per diventare un simbolo del brand Apple. Gli ultimi dispositivi, come gli Apple Watch e le Apple Tv hanno perso la “i” come prefisso del nome. Oggi non c’è più bisogno di esplicitare la connettività ad internet dei dispositivi perché, in fondo, è qualcosa che tutti ormai si aspettano dalle ultime novità Apple.

Photo credits: Twitter