Ancona, arrestato “untore” HIV: da anni rapporti non protetti. Appello alle donne coinvolte

I poliziotti della Squadra mobile di Ancona hanno arrestato un “untore” del virus dell’Hiv: aveva rapporti sessuali con i partner senza adottare alcuna precauzione pur nella consapevolezza di essere sieropositivo da quasi 11 anni. Si calcolano in circa 200 le donne potenziali vittime.

Ore 14:48 – Potrebbero essere oltre 200 le donne potenziali vittime di contagio del virus Hiv per rapporti sessuali con l’uomo arrestato, un autotrasportatore di 36 anni di Ancona, che viaggiava in tutta Italia per lavoro. L’uomo, che nega la malattia di cui è affetto, secondo quanto riporta il sito dell’Ansa, è stato arrestato nella giornata di ieri 12 giugno per lesioni dolose gravissime. La polizia lancerà un appello per individuare le potenziali vittime, contattate da lui anche attraverso chat e social network.

L’uomo è adesso in carcere. La delicatissima indagine è stata condotta dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Servizio centrale operativo, coordinata dalla Procura di Ancona. Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso della conferenza stampa in programma alle 11.30 in questura.

Non si tratta di un caso isolato, purtroppo. Tristemente celebre la vicenda di Valentino Talluto, condannato a 24 anni di carcere per aver trasmesso il virus dell’Hiv ad almeno 30 partner pur essendo a conoscenza della propria condizione di sieropositivo.

Photo credits: Twitter

Commenti

commenti