In Libreria

Questa settimana la rubrica di Velvet Mag “In Libreria” consiglia 5 novità editoriali: la storia di un agente provocatore Usa nella cultura hippy dei ’60; come dimagrire ed essere perfettamente felice senza la sofferenza della (solita) dieta; un noir che ha per protagonista una poliziotta in pensione; un saggio alla scoperta del futuro dell’umanità; la storia vera del pianista siriano che ha commosso il mondo sfidando la guerra con la musica.

L’agente del caos di Giancarlo De Cataldo
Uno scrittore romano di un discreto successo, dopo aver pubblicato un breve romanzo ispirato alla vita di Jay Dark, agente provocatore americano incaricato di inondare di droga i movimenti rivoluzionari degli anni Sessanta allo scopo di distruggerli, viene contattato da un certo avvocato Flint. Lui ha letto il libro, e sfida lo scrittore a riscriverlo. Perché la vera storia di Jay Dark è molto diversa. E lui può raccontarla: “Lui c’era”…

 

 

 

 

 

 

 

 

La miracolosa dieta della dopamina di Tom Kerridge
Grazie alla dieta della dopamina, lo chef stellato Tom Kerridge ha perso circa 70 chili in tre anni. Questo metodo, semplice da seguire, garantisce un modo sicuro per perdere peso senza rinunciare al buonumore. La maggior parte delle persone, infatti, fatica a seguire una dieta sul lungo periodo a causa del senso di tristezza generato dall’assenza di cibo. Le ricette di Tom Kerridge, però, sono tutte a base di ingredienti che rilasciano nel cervello il cosiddetto “ormone della felicità“, la dopamina. Gli “eroi della dopamina” inclusi in questo manuale sono prodotti come le uova, la carne (manzo, pollo e tacchino) e persino il cioccolato. Eliminando l’alcol e riducendo i carboidrati per privilegiare proteine, frutta fresca e verdure, sarà possibile combinare un’alimentazione sana al piacere di gustare un piatto delizioso. Le ricette contenute in questo libro sono tutt’altro che deprimenti, anzi contribuiscono al buonumore, e sono adatte a essere condivise con la famiglia e gli amici.

 

 

Sara al tramonto di Maurizio De Giovanni
Sara non vuole esistere. Il suo dono è l’invisibilità, il talento di rubare i segreti delle persone. Capelli grigi, di una bellezza trattenuta solo dall’anonimato in cui si è chiusa, per amore ha lasciato tutto seguendo l’unico uomo capace di farla sentire viva. Ma non si è mai pentita di nulla e rivendica ogni scelta. Poliziotta in pensione, ha lavorato in un’unità legata ai Servizi, impegnata in intercettazioni non autorizzate. Il tempo le è scivolato tra le dita mentre ascoltava le storie degli altri. E adesso che Viola, la compagna del figlio morto, la sta per rendere nonna, il destino le presenta un nuovo caso. Anche se è fuori dal giro, una vecchia collega che ben conosce la sua abilità nel leggere le labbra – fin quasi i pensieri – della gente, la spinge a indagare su un omicidio già risolto. Così Sara, che non si fida mai delle verità più ovvie, torna in azione, in compagnia di Davide Pardo, uno sbirro stropicciato che si ritrova accanto per caso, e con il contributo inatteso di Viola, e del suo occhio da fotografa a cui non sfugge nulla. Maurizio de Giovanni ha dato vita a un personaggio che rimarrà tra i più memorabili del noir italiano. 

 

Il futuro dell’umanità di Michio Kaku
Asteroidi vaganti, cambiamenti climatici, sovrappopolazione: il nostro pianeta non è sicuro come sembra. In un futuro non troppo lontano l’umanità potrebbe essere costretta ad abbandonarlo e a colonizzare lo spazio, partendo dalla Luna e dal sistema solare per poi spingersi verso le stelle e le galassie, fin oltre i confini dell’universo conosciuto. E anche senza la minaccia di una catastrofe incombente basterà la nostra innata curiosità a spingerci verso nuovi orizzonti: grazie agli sviluppi sempre più rapidi della robotica, della biotecnologia e delle nanotecnologie saremo in grado di fondare città autosufficienti su pianeti distanti anni luce, costruire razzi come l’Enterprise di Star Trek o il Millennium Falcon di Star Wars, a energia nucleare o ad antimateria, utilizzare i buchi neri come scorciatoie per esplorare universi paralleli…

 

 

 

Il pianista di Yarmouk di Aeham Amad
La storia vera, raccontata in prima persona, di un pianista che ha sfidato le bombe e i terroristi in nome della sua musica, un caso mondiale, una commovente testimonianza di resistenza e fede nell’arte. Un giovane suona il pianoforte in mezzo a una strada bombardata. Suona per i suoi vicini, soprattutto per i bambini, per distrarli dalle atrocità della guerra: un’immagine che ha fatto il giro del mondo diventando un simbolo della catastrofe in Siria, ma anche dell’inestinguibile volontà dell’uomo di opporsi in ogni modo alla distruzione. Il suono di quello strumento ha raggiunto e commosso milioni di persone nel mondo su YouTube. Ora Aeham Ahmad racconta la propria storia: l’infanzia in una Siria ancora in pace, l’inizio delle rivolte preludio di una guerra terribile, la fuga per la stessa via battuta da migliaia di disperati. Un lungo e pericoloso viaggio via terra, la drammatica traversata del Mediterraneo, le insidie della rotta balcanica. Fino alla nuova vita in Germania. Allora come oggi, è la musica che gli ha salvato la vita.