Martedì 13 marzo, le prime pagine dei giornali

Dal Corriere della Sera a Repubblica e alla Stampa, e dal Fatto al Messaggero, ecco come i quotidiani presentano le principali notizie di giornata.

Sulle prime pagine dei giornali di oggi 13 marzo predominano la politica italiana alla sempre più affannosa ricerca di una maggioranza in grado di formare un governo e il quinto anniversario dell’ascesa al soglio pontificio di papa Francesco. Benedetto XVI ha fatto rendere pubblica una sua lettera in cui invita i credenti a evitare gli “stolti pregiudizi” su Jorge Mario Bergoglio, un pontefice molto amato ma anche sempre più contestato da alcuni ambienti, soprattutto conservatori, della Chiesa cattolica, i quali spesso gli contrappongono nostalgicamente la figura del suo predecessore Joseph Ratzinger. E Benedetto, adesso, sembra smentirli in maniera piuttosto netta. Ieri lunga giornata al Nazareno: si è dimesso con una lettera la vetriolo Matteo Renzi, il nuovo segretario reggente del Pd è il suo vice Maurizio Martina. Dalla Stampa segnaliamo, sul fronte esteri: “Alta tensione Londra-Mosca. May: avete avvelenato la spia“. Da Repubblica, infine, l’intervento di Giovanni Moro, figlio di Aldo, lo statista sequestrato e assassinato 40 anni fa dalla brigate rosse: “Le zone d’ombra sulla morte di mio padre“. Buona lettura.