Usa, spari all’Università del Michigan: studente uccide i genitori. È caccia all’uomo

Uno studente statunitense di 19 anni è ricercato dalla polizia come “armato e pericoloso”. Il giovane sarebbe stato protagonista, venerdì 2 marzo, di una sparatoria alla Central Michigan University. Avrebbe aperto il fuoco contro i suoi genitori, uccidendoli. La coppia era andata a prendere il ragazzo per l’inizio delle vacanze di primavera.

Lo riferiscono media locali. La polizia intanto ha lanciato l’allarme invitando studenti e staff a cercare riparo. Secondo l’account twitter della città di Pleasant, l’autore della sparatoria è un nero, di 19 anni, considerato armato e pericoloso.

Il giovane è ancora in fuga. Secondo il Mt. Pleasant Sun, il sospetto ha i capelli corti, indossa jeans gialli e una felpa blu, con un’arma infilata alla cintura. L’ateneo precisa che i colpi sono stati sentiti nell’edificio “Campbell Hall”. L’università è frequentata da circa 23 mila studenti. Il campus si trova a Mount Pleasant, a circa 110 km a nord di Lansing, nel cuore della regione dei Grandi Laghi.

Photo credits: Twitter