Roma, quel pasticciaccio brutto dello stadio: slittano i lavori?

Si allungano i tempi di realizzazione dello stadio della Roma a Tor di Valle. L’iter amministrativo per l’impianto sportivo non è ancora concluso e di conseguenza non si potranno rispettare i tempi previsti – maggio 2018 – per l’inizio dei lavori.

La notizia è arrivata dal giornalista Alessio Di Francesco di Radio Radio tramite Twitter. Il nuovo, faraonico, stadio dei giallorossi diventa dunque un “pasticciaccio”, per dirla alla romana. Più probabile, a questo punto che la prima pietra venga posta a fine anno o addirittura a inizio 2019. Il costo totale per la realizzazione dell’opera sarà di circa 800 milioni di euro, come riporta il sito web Giallorossi.net.

Nell’iter per lo stadio il nodo fondamentale sembra ormai soprattutto quello relativo al ponte di Traiano, scrive Forzaroma.info. Per fare il punto della situazione è intervenuto a Radio Radio Michele Civita, assessore alle Politiche del Territorio e della Mobilità della Regione Lazio: “Pensiamo che lo stadio sia un’opera importante. Noi della Regione abbiamo fatto tutto quello che dovevamo, la conferenza dei servizi ha approvato il progetto con una serie di prescrizioni e una serie di osservazioni tra le quali c’è il ponte di Traiano.

Civita continua: “Abbiamo già trasmesso questi materiali al Comune di Roma, il proponente sta adeguando il progetto con le prescrizioni e poi tutto verrà pubblicato, perché l’approvazione della Conferenza dei servizi equivale anche ad adozione della variante. Poi quando sarà pubblicato ci saranno 30 giorni di tempo per le osservazioni da parte dei cittadini. In questo progetto non c’è il ponte di Traiano, c’è la nostra osservazione che dice che per noi il ponte di Traiano è importante. Se il Comune pensa che ci siano altre soluzioni le proponga. C’è questa osservazione che è dentro al progetto e vedremo il Comune come risponderà”.

Stadio della Roma, Grillo: "Prima un referendum". Ecco come sarà il "nuovo Colosseo"

Un’immagine di come potrà diventare l’interno del nuovo stadio della Roma

Photo credits: Twitter, Facebook