Roma-Genoa, è il Totti Day: ultima in giallorosso per il Capitano. Le lacrime dell’Olimpico [VIDEO]

Roma-Genoa, 38a giornata del campionato di Serie A 2016-2017, sarà l’ultima partita giocata da Francesco Totti con la maglia giallorossa. A poche ore dal match, non è ancora chiaro se il numero 10 romanista appenderà definitivamente gli scarpini al chiodo oppure continuerà la carriera altrove, in Italia o all’estero. Le commoventi parole del Capitano a fine partita e la grande festa dell’Olimpico stracolmo

Ore 20:53 – Le parole di Francesco Totti ai tifosi della Roma e a tutta la città durante la festa all’Olimpico, così come riportate dal sito Forzaroma.info:

Ci siamo, è arrivato questo momento. Speravo che non arrivasse mai ma è arrivato. In questi giorni ho letto tantissime cose su di me, ho pianto sempre, da solo, come un matto. Venticinque anni con voi sulle spalle…non è facile. Vorrei ringraziarvi tutti, ma non è facile. Sapete che non sono di tante parole, ma le penso. In questi giorni con mia moglie ci siamo messi a tavolino e le ho raccontato un po’ di anni vissuti con questa unica maglia. Anche noi abbiamo scritto una lettera per voi, non so se riuscirò a leggerla, ci provo. Se non la finisco, la finirà di leggere Chanel. Devo prendere fiato, non è facile. La leggo, va, che è ora di cena, io resterei altri 25 anni: “Grazie Roma, grazie a mamma e papà, ai miei parenti e ai miei amici. Grazie ai miei moglie e ai miei figli. Ho iniziato dalla fine perché non so se riuscirò a leggere queste lettere. Non sono bravo a esprimere con una poesia quello che provo, lo possa fare con i piedi, che mi viene più facile. Il mio giocattolo preferito era il pallone, ma ad un certo punto della vita si diventa grandi. Così, mi hanno detto, ha voluto il tempo. Maledetto tempo. Lo stesso tempo che ha voluto che passasse in fretta il 17 giugno 2001. Non vedevamo l’ora. Adesso il tempo mi ha bussato sulla spalla e mi ha detto: ‘Togliti la maglia, gli scarpini. Non sentirai più il vento che ti corre in faccia, l’adrenalina mentre punti la porta. Avete presente quando vostra madre vi sveglia durante un sogno e voi cercate di riprendere il filo? Stavolta non era un sogno, ma la realtà. Io voglio dedicare questa lettera a tutti voi, ai bambini e ai bambini che sono cresciuti con me, magari gridando Totti-gol. Mi piace pensare che la mia carriera sarà per voi una favola da raccontare. Questo il pezzo più brutto: ora è finita davvero. Mi levo la maglia per l’ultima volta, anche se forse non sono ancora pronto e non lo sarò mai. Scusate se non ho rilasciato interviste, ma spiegare i miei pensieri non è facile. Questa volta non è come stare in area di rigore, questa volta ho paura. Questa volta sono io che ho bisogno di voi e del vostro calore. Con il vostro affetto riuscirò a ributtarmi in una nuova avventura. Ora è tempo di ringraziare i compagni di squadra, lo staff e tutti coloro che mi hanno lavorato affianco. I tifosi, la curva Sud. Un riferimento per noi nati romani e romanisti. Nascere romanisti per noi è un privilegio. Fare il capitano per questa squadra è stato un onore. Siete stati e sarete sempre la mia vita. Smetterò di emozionarvi con i piedi, ma il mio cuore sarà sempre con voi. Ora scendo le scale, entro nello spogliatoio che mi ha accolto che ero un bambino, e ci esco come un uomo. Sono orgoglioso e felice di avervi dato 28 anni di amore. Vi amo”.

Ore 20:20 – Francesco Totti con Ilary Blasi e la sua famiglia sta facendo il giro dello stadio

Ore 20:15 – La grande festa dell’Olimpico è cominciata: una maglia gigantesca di Totti al centro del campo, e tutti i suoi compagni indossano la numero 10. Pallotta ha consegnato una targa al Capitano

Ore 20:00 – La partita è finita. La Roma batte il Genoa 3-2 e termina il campionato al secondo posto dietro la Juventus, a quota 87 punti, uno in più del Napoli, che oggi, pur battendo a Genova la Sampdoria per 4-2, non ha potuto scavalcare i giallorossi. La Roma conquista l’accesso diretto ai gironi di Champions League

Ore 19:59 – La Roma resiste all’assalto dei genoani, ben 6 minuti di recupero

Ore 19:53 – Roma in vantaggio 3-2 al 45°: gol di Perotti!

Ore 19:41 – Roma e Genoa sono sul 2-2: il raddoppio giallorosso è stato di De Rossi, al 74′, sei minuti dopo il pareggio di Lazovic.

AGGIORNAMENTO ORE 19.15: Francesco Totti è entrato in campo al minuto 54′ della partita, al posto di Mohamed Salah, sul risultato di 1-1.

Roma-Genoa, è il Totti Day: ultima in giallorosso per il Capitano

Oggi domenica 28 maggio, alle 19.45, minuto più minuto meno, il triplice fischio dell’arbitro Paolo Tagliavento metterà la parola fine alla partita Roma-Genoa e alla lunghissima storia d’amore tra il Francesco Totti calciatore e la società giallorossa. Cosa succederà nel futuro del 10 romanista dopo l’ultima partita del campionato di Serie A 2016/2017, ad ora, non è dato saperlo. Per il capitano della Roma c’è un contratto già pronto da dirigente del club di proprietà di James Pallotta, ma Totti – quarant’anni compiuti lo scorso settembre – potrebbe decidere di rinunciarci e continuare altrove la sua carriera da giocatore.

Nella giornata di giovedi, prima di salutare ufficialmente i suoi attuali compagni di squadra con una cena al ristorante ‘stellato’ La Pergola di Heinz Beck, Totti ha rotto il silenzio per confermare ufficialmente che quella contro il Genoa sarà la sua ultima partita da calciatore con la maglia della Roma, che indossò per la prima volta in Serie A nel lontano 28 marzo 1993 (entrò nei minuti finali della partita Brescia-Roma 0-2).

Roma-Genoa, è il Totti Day: ultima in giallorosso per il Capitano [VIDEO]

Queste le sue parole diffuse via Facebook: “Roma-Genoa, domenica 28 maggio 2017, l’ultima volta in cui potrò indossare la maglia della Roma. È impossibile esprimere in poche parole tutto quello che questi colori hanno rappresentato, rappresentano e rappresenteranno per me. Sempre. Sento solo che il mio amore per il calcio non passa: è una passione, la mia passione. È talmente profonda che non posso pensare di smettere di alimentarla. Mai. Da lunedì sono pronto a ripartire. Sono pronto per una nuova sfida”.

Quel “l’ultima volta che POTRÒ indossare la maglia della Roma”, messo nero su bianco da Francesco Totti, ha scatenato nuove polemiche nell’ambiente Roma. Più di qualcuno, infatti, ha sottolineato la frase per evidenziare la volontà di Totti di continuare a giocare per la Roma, volontà in quel caso evidentemente non condivisa dalla società che ha deciso di non rinnovare il contratto in scadenza nel giugno 2017. Totti ha ribadito nel suo messaggio che la sua passione per il calcio è talmente profonda che non può pensare di smettere di alimentarla. Su un campo di calcio? Negli ultimi mesi, come d’altronde nell’arco della sua lunga carriera, il 10 giallorosso ha ricevuto tante offerte, tra cui quella del Miami FC dell’amico Nesta. La carriera di Totti (25 stagioni, 785 partite, 307 gol, 1 Scudetto, 2 Coppa Italia, 2 Supercoppa Italiana, 1 Mondiale) proseguirà lontano da Roma? Ancora poche ore e lo scopriremo. Quel che è certo è che i tifosi della Roma si sono mossi in massa per salutare il loro Capitano: lo Stadio Olimpico è esaurito in ogni ordine di posto per il match Genoa-Roma. Il fischio d’inizio è fissato per le 18.

Photo credits: Facebook/Twitter; video credits: Twitter @Alessia_Nov