Renzi al Consiglio Europeo: “Basta con le prese in giro. Accettare i migranti o stop ai fondi Ue”

Chi non vuole i rifugiati non avrà i fondi dell’Unione Europea.” Queste le parole del Premier Renzi, durante la cena di lavoro del Consiglio Europeo a Bruxelles, dove dopo sei ore i leader dei 28 paesi europei sono riusciti ad approvare un testo di conclusioni sull’immigrazione.

Tra le altre discussioni affrontate durante la cena, la decisione dell’Austria di limitare il numero di ingressi ai migranti.”Gli assoli nazionali non sono auspicabili” ha dichiarato il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, riferendosi anche se non in maniera esplicita alla decisione di Vienna. Ma l’Austria conferma l’intenzione di non cambiare idea.

La solidarietà fra paesi Ue non può essere solo nel prendere: o siete solidali nel dare e nel prendere oppure noi paesi contributori smettiamo di essere solidali” Queste le parole del Premier Renzi rivolte ai paesi dell’Est Europa che ricevono molti fondi UE, ma non sono disponibili ad accettare i rifugiati. Inoltre il Premier ha ricordato che già da un anno l’Italia afferma come il problema dei migranti riguardi tutti i paesi europei e in vista della programmazione dei fondi UE per il 2020 bisogna vedere chi veramente si merita i sussidi.

Inoltre sul tavolo dei leader, la questione del negoziato con il Regno Unito. La discussione sui termini dell’accordo per la permanenza della Gran Bretagna nell’Ue è stata complessa e difficoltosa e forse anche per questo è stata rimandata a oggi, dopo la prima sessione che si è svolta ieri pomeriggio, mentre durante la notte alcuni esperti giuridici hanno cercato di trovare un possibile via d’uscita. Altro punto spinoso l’accordo per evirare la Brexit che non ha portato a particolari sviluppi e verrà affrontato nel prossimo vertice previsto per marzo. Questo anche perché al Consiglio non era presente il primo ministro turco Ahmet Davutoglu, assente a causa dell’attentato di Ankara.

Foto by Twitter