Trump shock: “Non voglio immigrati da Paesi-cesso”

Donald Trump continua a scioccare il mondo. Durante un incontro alla Casa Bianca con alcuni membri del Congresso, a chi gli chiedeva di riconsiderare la decisione di togliere lo status di protezione a migliaia di immigrati da Haiti, El Salvador e da alcuni Paesi africani il tycoon avrebbe risposto in maniera incredibile…

“Perché gli Stati Uniti dovrebbero avere tutta questa gente che arriva da questo cesso di Paesi?“, sarebbe stata la frase di “The Donald” che i media statunitensi hanno riportato. Secondo il Washington Post, che cita alcuni dei presenti al meeting col presidente, Trump avrebbe quindi aggiunto come “sarebbe molto meglio per gli Usa portare più persone da Paesi come la Norvegia”.

L’espressione offensiva – secondo i media – è stata “shithole countries” e ha lasciato di stucco e sbalorditi i presenti, tra cui il senatore repubblicano Lindsay Graham e quello democratico Richard Durbin, che avevano appena avanzato una proposta: tagliare del 50% la lotteria per i visti di ingresso negli Usa ma continuare a proteggere gli immigrati già residenti nel Paese con lo status di protezione. La Casa Bianca per il momento non commenta.

Il presidente ha anche annullato una visita in Gran Bretagna il mese prossimo per inaugurare la nuova ambasciata Usa a Londra. Trump ha spiegato in un Tweet di avere preso la decisione a causa del suo disappunto nei confronti del suo predecessore Barack Obama, il quale avrebbe venduto l’attuale ambasciata per “noccioline”, per costruirne una da 1,2 miliardi di dollari. In realtà, secondo il quotidiano britannico Guardian, questo sarebbe un falso motivo: il presidente vorrebbe evitare possibili contestazioni da parte della gente.

Photo credits: Twitter

Commenti

commenti