Prima immagine dopo l’aggressione con l’acido di Gessica Notaro: “Il mio risveglio” [FOTO]

Gessica Notaro, ex concorrente di Miss Italia sfregiata con l’acido il 10 gennaio del 2017 dall’ex fidanzato Edson Tavers ricorda, un anno dopo l’aggressione, il giorno del risveglio in ospedale con un post sui suoi social.

Una donna forte e coraggiosa, un esempio per tutte le diverse generazioni di donne spesso vittime di violenze da parte del partner o dell’ex compagno di vita: questa è Gessica Notaro. Lei non si è mai data per vinta e dal terribile giorno in cui il suo ex fidanzato, Edson Tavares, l’ha aggredita con l’acido ha mostrato pubblicamente a tutti di che pasta è fatta. Lei, giovane riminese, riconosciuta da Famiglia Cristiana come “Italiana dell’anno“, per il contributo all’immagine del Paese e l’esempio dato per tutti i cittadini, lotta quotidianamente, dal 10 gennaio dello scorso anno, con i danni di quel vile attacco che non le ha portato via la bellezza e il sorriso.

Con l’anniversario di quel tragico giorno Gessica, sui suoi social, ha pubblicato, per la prima volta, la foto di lei esattamente il giorno seguente l’aggressione con l’acido. Nell’immagine, nonostante il dolore che stava subendo, Gessica sorride e lei stessa scrive pubblicando la foto: “Esattamente un anno fa. Questo era il mio primo risveglio al Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Bufalini di Cesena. Ero spaventatissima, ma nonostante ciò sono riusciti a strapparmi un sorriso”. Lei, così umile, ha ringraziato nel post tutte le persone che nei due mesi successivi si sono presi cura della sua salute fisica e non solo.

Gessica Notaro ha ringraziato ovviamente anche i suoi amici e i familiari, nel lungo post che ha pubblicato sia su Facebook che su Instagram. Da quel tragico giorno in cui Tavares le ha lanciato l’acido in volto, la vita di Gessica è cambiata per sempre. Ancora oggi l’addestratrice di leoni marini, con la passione per i cavalli, si trova a lottare con i danni riportati in tutto il volto e soprattutto ad un occhio. L’aggressore, Edson Tavares, è stato condannato, lo scorso 20 ottobre, a 10 anni di carcere, per il reato di lesioni gravi con l’uso dell’acido per causare lesioni permanenti, senza attenuanti generiche e con le aggravanti della premeditazione, della crudeltà e futili motivi.

LEGGI ANCHE ‘GESSICA UN ANNO DOPO: “OGGI SONO RINATA, MA L’ALTRO GIORNO UN PAZZO MI SEGUITA…”

Photo Credits Facebook

Commenti

commenti