Ostia, incendiato il portone del Pd. Domenica il ballottaggio per le comunali

Il portone del circolo Pd di Ostia è stato dato alle fiamme nella notte fra giovedì 16 e venerdì 17 dicembre, dopo la marcia per la legalità. A darne notizia è il senatore democratico Stefano Esposito, commissario del partito sul litorale romano. “Ieri il bel corteo antimafia. Stanotte – ha scritto su Twitter Esposito – hanno dato fuoco al portone del circolo Pd di Ostia”.

Sul rogo del portone di via Gesualdo 1, a Ostia Antica, scoppiato intorno alle 2.40 e spento dai vigili del fuoco, indaga la polizia. Sul posto non è stato trovato nessun contenitore di liquido infiammabile. La Procura di Roma ha aperto una inchiesta a carico di ignoti. Già due anni fa il circolo Pd di via Gesualdo era stato vandalizzato con insulti al partito e scritte offensive.

PRESIDIO CON CENTINAIA DI PERSONE

L’incendio arriva all’indomani della manifestazione in piazza Anco Marzio contro le mafie e per la libertà di stampa, indetta dall’associazione antimafia Libera e dalla Fnsi, la Federazione nazionale della stampa italiana dopo l’aggressione al giornalista Rai Daniele Piervincenzi e all’operatore Edoardo Anselmi da parte di Roberto Spada a seguito del primo turno delle elezioni municipali. Centinaia di persone hanno partecipato al presidio, a cui hanno aderito anche Cgil, Cisl e Uil, e che ha raccolto adesioni bipartisan dal centrodestra al centrosinistra al M5S.

GOMME SQUARCIATE

Al termine della manifestazione, però, era arrivata la denuncia della conduttrice della trasmissione di La7 L’Aria che Tira che aveva pubblicato su Twitter la foto di una gomma squarciata e spiegato: “Sono ad #Ostia con @GianmariaPica alla manifestazione organizzata da Libera FNSI e dall’Ordine dei Giornalisti. Ed ecco la sorpresa che abbiamo trovato tornando alla macchina della troupe…”.

SECONDO TURNO PER ELEGGERE LA SINDACA

Domenica 19 novembre a Ostia è in programma il ballottaggio per l’elezione del nuovo presidente del decimo Municipio. I cittadini del X municipio torneranno alle urne dopo il periodo di commissariamento per infiltrazioni mafiose. La sfida al ballottaggio è tra la candidata del Movimento 5 stelle, Giuliana Di Pillo, che al primo turno ha raccolto il 30,21% delle preferenze (19.777 Voti), e Monica Picca del centrodestra con il 26,68% (17.468 Voti).

Uno dei cortei che in questi ultimi giorni si sono svolti a Ostia conto la mafia e il dominio del clan

Photo credits: Twitter, Facebook

Commenti

commenti