Ostia, Roberto Spada resta in carcere. Ma tenta di giustificarsi: “Sono stato provocato…”

Resta in carcere Roberto Spada, l’autore della violenta testata a freddo al cronista Rai Daniele Piervincenzi, a cui ha spaccato il naso, e delle bastonate allo stesso Piervincenzi e al cameraman Edoardo Anselmi. Lo ha deciso il gip Anna Maria Fattori che nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa ha riconosciuto l’aggravante del metodo mafioso.

L’aggressione brutale messa in atto da Spada in un luogo pubblico, davanti a telecamere e testimoni voleva riaffermare la propria forza e capacità di intimidazione: questo, sostanzialmente, il ragionamento seguito dal gip di Roma nell’ordinanza di custodia. Un modus operandi, per il giudice, con cui Spada ha voluto ribadire il potere in un territorio caratterizzato da uno stato di assoggettamento e da una garanzia di impunità.

“Quella testata è stata data perché sono stato provocato dal giornalista” è invece la spudorata replica dello Spada, fornita al gip nel corso dell’interrogatorio di convalida del fermo richiesto dalla procura. Il fermato, nel corso dell’atto istruttorio durato circa due ore, ha ammesso di aver aggredito Daniele Piervincenzi affermando che la sua reazione è stata legata a una “provocazione”. Sul litorale romano si è svolta, poi, ieri 11 novembre, la prima delle due manifestazioni contro la criminalità organizzata. All’altra, che si terrà il 16 novembre, hanno aderito Pd e Fnsi, la Federazione nazionale della stampa.

Alla manifestazione ha preso parte anche la sindaca Raggi. “Quello che è avvenuto – ha detto – è stato vergognoso e le istituzioni hanno il dovere di reagire per testimoniare che Roma e Ostia ancora di più sono contro la mafia. Non potevo non esserci. Siamo qui tra i cittadini e questa è una bella risposta. E’ una manifestazione aperta a tutti”. A un giornalista che le chiede in vista del ballottaggio cosa promette a Ostia, Raggi ha risposto: “Questo non è il momento di fare campagna elettorale”.

Resta in carcere Roberto Spada, l'autore della violenta testata a freddo al cronista Rai Daniele Piervincenzi, a cui ha spaccato il naso, e delle bastonate allo stesso Piervincenzi e al cameraman Edoardo Anselmi. Lo ha deciso il gip Anna Maria Fattori che nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa ha riconosciuto l'aggravante del metodo mafioso.

GUARDA IL VIDEO: SHOCK E VIOLENZA A OSTIA: TROUPE DELLA RAI AGGREDITA A TESTATE [IMMAGINI FORTI]

Photo credits: Twitter

Commenti

commenti