Facebook, svolta storica: sull’app è arrivato il pulsante WhatsApp

Quello che in molti avevano predetto già a febbraio 2014, al momento dell’acquisizione di WhatsApp da parte di Mark Zuckerberg, è diventato realtà: Facebook ha dato il via all’integrazione con la popolare app di messaggistica, introducendo un tasto dedicato nel menù a comparsa laterale del social network ‘blu’. Si tratta della prima volta che il nome dell’applicazione di instant messaging fa la propria comparsa nell’app ufficiale di Facebook. La nuova ‘scorciatoia’, per ora, consente all’utente ‘solo’ di aprire l’applicazione ufficiale di WhatsApp, ma non è escluso che in futuro il tasto potrebbe indicare le notifiche non ancora aperte e consentire di visualizzarle in ‘anteprima’ senza dover uscire da Facebook e riaprire WhatsApp. Ecco tutti i dettagli…

Facebook e WhatsApp: è arrivato il tanto atteso momento dell’integrazione in un’unica interfaccia. La notizia era nell’aria già da febbraio 2014, al momento dell’acquisizione della popolare applicazione di messaggistica da parte di Mark Zuckerberg, e ora è realtà: il social network ‘blu’ ha introdotto in fase di test un nuovo tab dedicato alla app di instant messaging nel suo menù a comparsa laterale.

Si tratta della prima volta che il nome dell’app di messaggistica istantanea fa la propria comparsa nell’app ufficiale di Facebook. La nuova ‘scorciatoia’, per ora, permette all’utente ‘solo’ di aprire l’applicazione ufficiale di WhatsApp, ma non è escluso che in futuro il tasto potrebbe indicare le notifiche non ancora aperte e consentire di visualizzarle in ‘anteprima’ senza dover uscire da Facebook e riaprire la chat ‘verde’.

In attesa di commenti ufficiali di Facebook, alcuni interrogativi sono sorti sul web: Facebook chiederà il permesso di utilizzare il numero di telefono inserito nelle informazioni dell’account utilizzato per WhatsApp? L’integrazione avverrà anche nel senso ‘opposto’, da WhatsApp verso Facebook? Sta per nascere un’unica piattaforma social in cui verranno coinvogliate tutte le applicazioni e dove sarà possibile condividere Storie, Stati e immagini?

Photo credits: Twitter

Commenti

commenti