Il Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso presenta la stagione artistica 2017-2018

Il Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso presenta la nuova stagione artistica. Moltissimi gli appuntamenti in calendario, da ottobre 2017 a maggio 2018.

Il Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso ha annunciato la nuova stagione artistica 2017-2018. Come lo scorso anno saranno quattro i titoli d’opera in programma: Lucia di Lammermoor, la più famosa tra le opere serie di Donizetti (13, 15, 17 ottobre 2017), che vedrà interpreti i vincitori del XLVII Concorso Internazionale per Cantanti Toti Dal Monte, l’Orchestra Città di Ferrara e il Coro Benedetto Marcello diretti da Sergio Alapont, per la regia di Francesco Bellotto; Atlas 101, Spy-opera onirico-matematica in 17 quadri del compositore veneziano Giovanni Mancuso, che sarà in scena il 17 novembre 2017, in prima rappresentazione assoluta. Scritta su commissione di Teatri e Umanesimo Latino SpA, l’opera è nata dall’ormai consolidata e proficua collaborazione con Opera Studio Lab del Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, e vedrà impegnato l’Ensemble Benedetto Marcello diretto dallo stesso Giovanni Mancuso, mentre la regia sarà affidata a Chiara Tarabotti. Il terzo titolo in cartellone è La Cecchina (15 e 17 dicembre 2017), dramma giocoso di grande finezza e vivacità composto da Niccolò Piccinni su libretto di Carlo Goldoni; anche questa produzione si avvarrà della collaborazione con Opera Studio Lab del Conservatorio di Venezia e dei musicisti dell’Ensemble Benedetto Marcello diretti da Eddi de Nadai; la regia sarà di Martin Ruis.

Il 26, 28 e 30 gennaio 2018 il pubblico del Teatro Comunale potrà rivivere l’emozione di una delle opere più amate di sempre, La Traviata di Giuseppe Verdi, in un nuovo allestimento, interpretata, tra gli altri, da Gilda Fiume, Leonardo Cortellazzi e Francesco Landolfi nei ruoli, rispettivamente, di Violetta, Alfredo e Germont. L’Orchestra Filarmonia Veneta sarà diretta da Francesco Ommassini, mentre Alessio Pizzech curerà la regia dell’opera. Il programma dei concerti include tre orchestre prestigiose, l’eccellente Chamber Orchestra of Europe (16 maggio 2018, concerto che chiude la stagione), che torna questa volta sotto la guida di Sir Antonio Pappano e con la strabiliante violinista georgiana Lisa Batiashvili; la Kremerata Baltica (20 ottobre 2017, concerto che apre la stagione), celebre compagine orchestrale con la quale si esibirà il pianista sudcoreano Seong-Jin Cho, già molto apprezzato nel suo recital durante la scorsa stagione, e la Camerata Salzburg con la quale si esibirà il celebre violinista, violista, direttore, pedagogo e camerista Pinchas Zukerman (13 dicembre).

Il 26 febbraio 2018 sarà la volta di Europa Galante, ensemble fondato e diretto da Fabio Biondi e specializzato nelle interpretazioni su strumenti d’epoca del grande repertorio barocco e classico, sarà protagonista di un concerto interamente dedicato a Mozart. Il cartellone include inoltre tre recital di alcuni tra i massimi pianisti del nostro tempo: Filippo Gamba (29 novembre 2017), Alexander Lonquich (8 febbraio 2018) e Beatrice Rana (26 marzo 2018). La musica da camera sarà ben rappresentata da tre coppie di grandi artisti: il 30 ottobre 2017 si esibirà il duo formato dalla giovanissima ma già affermata Erica Piccotti al violoncello e da Monica Cattarossi al pianoforte; il 15 marzo 2018 sarà la volta di un graditissimo ritorno, quello del violoncellista Mario Brunello che, con il pianista Andrea Lucchesini, proporrà un programma come sempre molto ricercato; infine, il 20 aprile 2018 si esibiranno il violinista greco Leonidas Kavakos, apprezzato in tutto il mondo per il suo virtuosismo e la sua ineguagliabile musicalità, e il pianista Enrico Paci. Il duo ha ricevuto il Premio Abbiati della critica italiana per l’incisione delle sonate per violino e pianoforte di Beethoven.

Come nella scorsa stagione saranno cinque gli appuntamenti con la danza: martedì 28 novembre 2017 la compagnia ungherese Recirquel con lo spettacolo Night circus, condurrà il pubblico in un viaggio notturno e magico ambientato a dieci metri d’altezza tra i muri sbriciolati di Budapest; il 22 febbraio 2018 sarà la volta della divertente compagnia Chicos Mambo, alter ego catalano degli americani Ballets Trockadero de Montecarlo, che porterà sul palcoscenico del Comunale Tutù, parodia danzata sulle icone del balletto, della danza contemporanea, dei balli di sala, dell’acrobazia e dello sport. La Compagnia Naturalis Labor sarà protagonista di Piazzolla Tango – Abrazame (7 marzo 2017), un omaggio a Astor Piazzolla in cui la danza e il tango si fondono in un unico linguaggio, per raccontare la storia di un amore e il terapeutico abbraccio del tango. Martedì 20 marzo 2018 lo Junior Balletto di Toscana torna al Teatro Comunale con un classico: La bella addormentata, sulla musica del celebre balletto di Čajkovskij nella rivisitazione drammaturgica di Diego Tortelli. La stagione di danza si chiuderà il 12 aprile 2018 con Carmen, una delle produzioni più di successo della compagnia Balletto del Sud, che ha avuto circa 90 repliche nei più prestigiosi teatri e festival internazionali.

La stagione di prosa si apre con La locandiera B&B, uno studio di Edoardo Erba sulla Locandiera di Carlo Goldoni con Laura Morante per la regia di Roberto Andò (3, 4, 5 novembre 2017), in cui, tra humor nero, intrighi, crimini, infatuazioni, l’autore traccia con surreale leggerezza un inedito ritratto dell’Italia di oggi. Il 24, 25 e 26 novembre 2017, un nutrito cast di attori, tra i quali Mattia Sbragia, Ivana Monti, Luciano Virgilio, diretto da Ricard Reguant, sarà interprete di Dieci piccoli indiani…e non rimase nessuno, capolavoro letterario di Agatha Christie, nell’adattamento per il palcoscenico curato della stessa autrice nel 1943. Il terzo appuntamento (1, 2, 3 dicembre 2017) vedrà in scena Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere interpreti de Il padre di Florian Zeller per la regia di Piero Maccarinelli. La pièce è il racconto di una discesa: l’accettazione dell’Alzheimer da parte del Padre, dal profilarsi dei primi sintomi al cedimento, per disgregazione, di tutti i riferimenti. Nel mese di febbraio si terranno tre spettacoli: il 2, 3, e 4, diretta da Marco Tullio Giordana, andrà in scena la Compagnia di Luca de Filippo con Questi fantasmi!, una delle commedie più importanti di Eduardo e tra le prime ad essere rappresentata all’estero; in tutte le sue diverse edizioni questa pièce ha raccolto unanimi consensi per il suo straordinario meccanismo e per il perfetto equilibrio tra comico e tragico.

Il 16, 17 e 18 febbraio sarà la volta di Lacci di Domenico Starnone, con Silvio Orlando per la regia di Armando Pugliese, una storia emozionante e fortissima che penetra tra le crepe e le fragilità del mondo in cui viviamo, visto attraverso il sistema della famiglia. L’ultimo appuntamento di febbraio si terrà il 23, 24 e 25 e sarà con un grande classico di fine Ottocento: Casa di bambola di Henrik Ibsen, con Valentina Sperlì, Roberto Valerio e Michele Nani, diretto e adattato da Roberto Valerio. Testo complesso e seducente, Casa di bambola è il ritratto espressionista di un disperato anelito alla libertà che crea però angoscia e smarrimento, un dramma che ancora oggi è capace di parlarci. Il 9, 10 e 11 marzo 2017 sarà in scena una coppia d’attori straordinari, Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio, protagonisti di Delitto/Castigo, un progetto sul “Teatro non Teatro” partorito dalla mente di Sergio Rubini che condurrà il pubblico in un viaggio tra i capitoli dell’epico romanzo dello scrittore russo Fëdor Dostoevskij.

Sempre nel mese di marzo, il 23, 24 e 25, andrà in scena L’idea di ucciderti di Giancarlo Marinelli, con Caterina Murino, Fabio Sartor, Paila Pavese, per la regia dello stesso Marinelli. Ispirato a una storia vera, questo lavoro racconta l’amore come arma di distruzione di massa, come trappola mortale e come negazione di ogni luogo comune. Ad aprile 2018 si terranno gli ultimi due appuntamenti della stagione: il 6, 7, 8 Alessandro Preziosi torna al Teatro Comunale con Vincent Van Gogh. L’odore assordante del bianco, una sorta di thriller psicologico attorno al tema della creatività artistica scritto da Stefano Massini e diretto da Alessandro Maggi. Attraverso la metafora del temporaneo isolamento di Vincent Van Gogh in manicomio, l’autore offre importanti opportunità di riflessione sul rapporto tra le arti e sul ruolo dell’artista nella società contemporanea. Il 13, 14 e 15 aprile è previsto un altro graditissimo ritorno quello della coppia formata da Glauco Mauri e Roberto Sturno, che sarà in scena con un capolavoro del teatro dell’assurdo: Finale di partita del drammaturgo irlandese Samuel Beckett, nella messinscena di Andrea Baracco. Il celebre testo mette in luce gli aspetti poetici, tragici e farseschi del vivere, dai quali nasce una disperazione senza speranza ma anche un insopprimibile sentimento di pietà per l’uomo.

Gli appuntamenti con la musica jazz della prossima stagione riservano una novità: con l’intento di promuovere ed arricchire la proposta artistica è stato scelto di trasferire i concerti jazz dal Teatro Eden al Teatro Comunale. Il cartellone prevede 3 grandi concerti ai quali si aggiungerà l’ormai tradizionale International Jazz Day, il 30 aprile, organizzato in collaborazione con Basilico Tredici e il Comune di Treviso. La prima data, il 7 novembre 2017, vedrà esibirsi gli Smalls Live on Tour, un quintetto di fuoriclasse formato da Ryan Kisor alla tromba, Joel Frahm al sax, Spike Wilner al piano, Tyler Mitchel al basso ed Anthony Pincinotti alla batteria. Il 19 febbraio sarà la volta del quartetto del sassofonista americano Wayne Escoffery, uno dei talenti più richiesti dai principali artisti del jazz internazionale, oltre che vincitore, giovanissimo, del prestigioso Grammy Award. Con lui suoneranno David Kikoski al piano, Ugonna Okegwo al contrabbasso e Ralph Peterson alla batteria.

Infine, il 16 marzo 2018, sul palcoscenico del Teatro Comunale si esibirà il Quartetto di Michel Portal, composto da Michel Portal e Louis Sclavis ai sax e ai clarinetti, Bruno Chevillon al contrabbasso e Daniel Humair alla batteria. Polistrumentista, compositore e improvvisatore, Michel Portal è riconosciuto come uno dei pochi musicisti in grado di arrivare a vertici assoluti sia nel jazz che nella musica classica, dove ha suonato con i più grandi direttori e le maggiori orchestre europee. Una nuova iniziativa, intitolata OPERAinOPERA, sarà attivata in concomitanza con l’allestimento della prima opera in cartellone, Lucia di Lammermoor.

INFO

Teatro Comunale Mario Del Monaco

Corso del Popolo 31,  Treviso

Infoline: Tel. 0422 540480

teatrispa@fondazionecassamarca.it

www.teatrocomunaletreviso.it

Il Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso presenta la stagione artistica 2017-2018

Photo Credits: Twitter

 

 

 

Commenti

commenti