Angela Celentano: il racconto del maresciallo che coordinò le indagini [VIDEO]

La scomparsa di Angela Celentano, la bambina di tre anni svanita dal Monte Faito il 10 agosto del 1996, dopo venti anni continua ad essere un caso aperto. Chiusa definitivamente la pista messicana che portava a Celeste Ruiz. Nella trasmissione Pomeriggio 5, andata in onda il 15 maggio 2017, è intervenuto il maresciallo dei carabinieri Vincenzo Vacchiano, che coordinò le indagini sulla scomparsa di Angela Celentano, ricostruendo le prime fasi. “Ci hanno chiamato, secondo quello che ci dissero i familiari, un quarto d’ora, venti minuti dopo, perché pensavano che Angela fosse lì intorno e si sono messi a cercarla”, ha spiegato Vacchiano. Il militare ha poi aggiunto: “Quando la famiglia Celentano ha visto che Angela non c’era più allora hanno deciso di chiamare i carabinieri. Ricordo che anche le persone che stavano lì vicino a fare il pic-nic aiutarono la famiglia a cercare la bimba”. La Procura di Torre Annunziata ricomincia le indagini sulla scomparsa di Angela Celentano, nella speranza che la piccola sia ancora viva.

LEGGI ANCHE “ANGELA CELENTANO: DOPO LA FALSA IDENTITÀ DI CELESTE RUIZ, TORNA IL MISTERO SULLA SUA FINE”

Photo Credits Facebook

Commenti

commenti