Politica

Genova, Beppe Grillo e Alessandro Di Battista indagati per le comunarie dei Cinque Stelle

Stadio della Roma, Grillo: "Prima un referendum". Ecco come sarà il "nuovo Colosseo"

Il leader di M5S e il deputato avrebbero leso la reputazione di Marika Cassimatis che ha querelato dopo essere stata sconfessata una volta vinte le comunarie come candidata a sindaco di Genova

Beppe Grillo e Alessandro Di Battista sono sotto inchiesta per diffamazione. Questo il primo effetto della querela presentata da Marika Cassimatis, la candidata Cinque Stelle che era risultata vincente alle comunarie del Movimento a Genova per la candidatura a sindaco (le elezioni comunali si svolgeranno a Genova come in altri mille comuni italiani il prossimo 11 giugno).

COMUNARIE A COLPI DI RICORSI

La vittoria della Cassimatis nelle primarie interne fra grillini era stata subito dopo sconfessata e annullata da Grillo. Ad aprire il fascicolo nei confronti del leader del Movimento e del suo astro nascente, il deputato romano Alessandro Di Battista, che nei prossimi giorni saranno ascoltati, è stato il sostituto procuratore della Repubblica di Genova, Walter Cotugno. La Cassimatis aveva anche presentato un ricorso d'urgenza con cui si chiedeva di bloccare la nomina di Luca Pirondini, che lei aveva battuto nelle primarie poi azzerate. Se il ricorso sarà accolto (l'udienza è prevista entro pochi giorni) i Cinque Stelle genovesi potrebbero finire fuori dai giochi delle amministrative genovesi.

PERCHE' LA DIFFAMAZIONE?

L'ipotesi di diffamazione riguarderebbe i contenuti di quanto lo stesso Grillo ha scritto sul suo blog il 17 marzo accusando Cassimatis e i candidati della sua lista di aver "ripetutamente e continuativamente danneggiato l'immagine del MoVimento 5 Stelle, dileggiando, attaccando e denigrando i portavoce e altri iscritti, condividendo pubblicamente i contenuti e la linea dei fuoriusciti dal MoVimento 5 Stelle; appoggiandone le scelte anche dopo che si sono tenuti la poltrona senza dimettersi e hanno formato nuovi soggetti politici vicini ai partiti". Lesive per Cassimatis sarebbero anche alcune dichiarazioni rilasciate da Alessandro Di Battista che evocava intervento drastici contro chi, a suo parere, già ora, non era in linea con il Movimento.

Alessandro Di Battista (M5S), ironia social: la sua rabbia come un film [VIDEO]

Alessandro Di Battista (M5S). In alto Beppe Grillo

LEGGI ANCHE: GRILLO BOCCIA LA CANDIDATA 5 STELLE DI GENOVA. E AI SUOI DICE: "DOVETE RIVOTARE"

Photo credits: Twitter, Facebook

Commenti

commenti

Cronaca, economia, politica, tecnologia: Velvet News si occupa di tutto questo e molto altro, fornendo così un’informazione completa, caleidoscopica e al passo coi tempi.

Copyright © 2016 MetUp srl

To Top