Parigi, ruba pistola a un soldato per assalire un McDonald’s: ucciso

È successo all’aeroporto di Orly: un uomo ha sottratto l’arma a un militare ed è fuggito verso il fast food per colpire. È stato freddato dagli uomini della sicurezza. Evacuato e chiuso lo scalo. A nord della capitale poliziotto ferito in uno scontro a fuoco: quasi certamente dallo stesso attentatore, poi ucciso, che sparando aveva forzato un posto di blocco

Un’altra giornata di terrore a Parigi. Dopo che ieri 17 marzo un uomo ha sgozzato nel cortile di casa il padre e il fratello e il giorno prima, giovedì 16, si è verificato un attentato con pacco bomba recapitato alla sede del Fmi a due passi dagli Champs Elysées (una donna è rimasta ferita), stamani 18 marzo un uomo è stato ucciso all’aeroporto di Orly. Aveva rubato l’arma di un soldato. Lo ha riferito una fonte del ministero dell’Interno. Le Forze speciali di polizia hanno circondato l’aeroporto, che è stato evacuato e chiuso.

LA DINAMICA DEI FATTI

Attorno alle 9:15 nello scalo di Orly “un uomo ha rubato una pistola a un soldato dell’operazione Sentinel, di ronda al terminal Sud di Orly con altri colleghi in mimetica e con l’arma a tracolla, come prevedono le regole dello stato d’emergenza. Poi si è rifugiato in un negozio dell’aeroporto, prima di essere ucciso dalle forze di sicurezza”, ha detto il portavoce del ministero dell’Interno Pierre-Henry Brandet, precisando che non ci sono feriti. L’assalitore è stato ucciso mentre si dirigeva – con l’arma rubata – verso un McDonald’s del Terminal Sud, hanno riferito testimoni citati da Le Monde. Secondo le ricostruzioni, a fare fuoco è stato un agente della polizia di frontiera.

VOLI SOSPESI, TUTTO CHIUSO

Il ministro dell’Interno francese Bruno Le Roux si è recato sul posto. Un’operazione di artificieri e poliziotti è scattata subito per escludere la presenza di eventuali ordigni o di altre minacce per la sicurezza. Evacuato, oltre al terminal Sud, anche l’altro terminal, Orly Ovest, dal quale partono diversi voli low-cost diretti in Italia. Su Twitter, la polizia francese invita tutti a non avvicinarsi al perimetro di sicurezza con il quale è stata transennata tutta la zona dell’aeroporto. Tutti i voli sono sospesi.

“HO SENTITO QUATTRO COLPI SECCHI…”

“Ero in fila per il check-in sul volo per Tel Aviv quando abbiamo sentito tre o quattro colpi esplosi vicino“, ha detto Franck Lecam, 54 anni. “L’intero aeroporto è stato evacuato”, ha aggiunto, confermando la testimonianza anonima di un dipendente dell’aeroporto. “Siamo tutti davanti all’aeroporto, a circa 200 metri dalla sala d’ingresso. Ci sono agenti di polizia, personale di emergenza, militari in tutte le direzioni”, ha proseguito il testimone.

SPARA AL POSTO DI BLOCCO

Come se non bastasse a nord della Capitale francese, ha riferito il ministero dell’Interno, un agente di polizia è stato ferito con un colpo di arma da fuoco, dopo che un uomo – probabilmente quello ucciso a Orly  gli ha sparato a un posto di bocco. Il sospetto ha sparato contro tre poliziotti dopo che era stato fermato a Stains, a nord della città, intorno alle 7 del mattino. Quindi è riuscito a rubare, in successione, due auto durante la fuga: una è stata poi trovata abbandonata all’aeroporto di Orly.

Parigi, ruba pistola a un soldato in aeroporto: assalitore ucciso

Photo credits: Twitter

Commenti

commenti