Trebaseleghe, quindicenne si impicca a un albero: la scoperta shock della madre

Shock a Trebaseleghe, comune in provincia di Padova: una donna ha trovato il corpo senza vita del figlio quindicenne, impiccato ad un albero a 400 metri da casa. Era stata proprio la madre del ragazzo, non vedendolo rincasare dopo che questi si era allontanato dall’abitazione senza avvertire i genitori, a dare un primo allarme. Una volta trovato il corpo dell’adolescente, la mamma ha chiamato il 118 ed i carabinieri, ma ogni soccorso è risultato vano. Non è stato trovato alcun biglietto tra gli effetti del ragazzo.

Aveva compiuto 15 anni solo pochi giorni fa, ma la sua vita si è conclusa tragicamente appesa ad un albero a quattrocento metri da casa; il suicidio shock di un ragazzo ha sconvolto nella notte di venerdì 10 marzo la quiete di Trebaseleghe, comune di circa 13mila abitanti in provincia di Padova, in Veneto.

A scoprire il corpo del quindicenne, nella campagna tra la frazione di Fossalta di Trebaseleghe e Cappelletta di Noale, è stata la madre che, non vedendo rincasare il figlio allontanatosi da casa senza avvertire i genitori, era stata la prima a lanciare l’allarme. Una volta trovato il corpo del figlio, la donna ha immediatamente contattato il 118 e i carabinieri. L’ambulanza dell’ospedale di Camposampiero si è subito diretta sul luogo e sul posto sono arrivati anche i carabinieri della stazione locale, ma ogni tentativo di soccorso è risultato vano.

Secondo quanto si legge sul sito del ‘Corriere della Sera’, i genitori chiedevano maggiore impegno scolastico al ragazzo, che, invece, preferiva il calcio alla scuola (era portiere della squadra di calcio dell’Ambrosiana). Sulle ragioni dietro alla decisione dell’adolescente di togliersi la vita stanno indagando i Carabinieri; al momento, infatti, non si conoscono ancora gli esatti motivi che hanno portato il giovane a compiere l’insano gesto. Nessun biglietto è stato ritrovato tra gli effetti del ragazzo.

Photo Credits: Twitter

Commenti

commenti